“La vostra generazione non avrà lavoro e non avrà pensione, se non capite queste cose.
E se non capite queste cose, farete gli schiavi a vita!
Non avrete capacità giuridica, non avrete nessuna rappresentanza, e faranno di voi degli schiavi.
Lo stanno già facendo:
il diritto al lavoro come lo conoscevamo non c’è più, le élites del potere possono fare ciò che vogliono.
Per voi giovani è VITALE studiare tutto questo.”

MAURO SCARDOVELLI

MARCO GUZZI

Note biografiche

Marco Guzzi (1955), è un poeta e filosofo.
Laureato in Giurisprudenza (1977) e in Filosofia (1980), ha proseguito i suoi studi a Freiburg e a Bonn. 
Ha sempre affiancato alla ricerca poetica e filosofica un’intensa attività di comunicazione culturale attraverso seminari e conferenze, ma anche lavorando a lungo nei mezzi della comunicazione di massa. 
Dal 1985 al 1998 ha infatti condotto alcune delle principali trasmissioni di dialogo col pubblico di Radio RAI, quali Dentro la sera, 3131, e Sognando il giorno. Dal 1985 al 2002 ha diretto i seminari poetici e filosofici del Centro Internazionale Eugenio Montale di Roma. Dal 2004 dirige presso le Edizioni Paoline la collana “Crocevia”. 
Dal 2005 tiene corsi presso il “Claretianum”, Istituto di Teologia della Vita Consacrata dell’Università Lateranense. Dal 2008 è Professore Invitato nella Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università Pontificia Salesiana. 
Nel 2009 Benedetto XVI lo ha nominato Membro della Pontificia Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon. 
Tutta questa esperienza di ricerca creativa, e di elaborazione di linguaggi comunicativi, è infine confluita nell’attuale sperimentazione di gruppi di autotrasformazione in cui si tenta di favorire il processo di liberazione interiore che il tempo collettivo richiede e sollecita in ciascuno di noi. 
La comprensione teorica di attraversare una svolta cruciale dei tempi, e l’esperienza poetica della trasmutazione della soggettività che essa comporta, richiedono infatti di tradursi in itinerari concreti di integrazione e di pacificazione interiori da condividere con altre persone. Una ricerca spirituale direttamente finalizzata d’altronde alle trasformazioni storiche, politiche e culturali, che urgono nel nostro tempo di insostenibilità crescenti. 

Dal 1999 perciò inizia (presso l’Università Salesiana di Roma) l’esperienza di questi gruppi in cui si tenta di integrare i livelli culturale, psicologico, e spirituale di formazione, nell’orizzonte di una riconiugazione tra fede cristiana e modernità.

Pubblicazioni

In ambito poetico:

-Il Giorno (Scheiwiller 1988);

-Teatro Cattolico (Jaca Book 1991),

-Figure dell’ira e dell’indulgenza (Jaca Book 1997);

-Preparativi alla vita terrena (Passigli 2002); Nella mia storia Dio (Passigli 2005).

In ambito teorico:

-La Svolta – La fine della storia e la via del ritorno (Jaca Book 1987);

-Rivolgimenti – Dialoghi di fine millennio (Marietti 1990);

-L’Uomo Nascente – La trasformazione personale alle soglie del nuovo millennio (RED 1997);

-Passaggi di millennio (Paoline 1998);

-L’Ordine del Giorno – La coscienza spirituale come rivoluzione del nuovo secolo (Paoline 1999);

-Cristo e la nuova era (Paoline 2000);

-La profezia dei poeti (Moretti e Vitali 2002);

-Darsi pace – Un manuale di liberazione interiore (Paoline 2004);

-La nuova umanità – Un progetto politico e spirituale (Paoline 2005);

-Per donarsi – Un manuale di guarigione profonda (Paoline 2007);

-Yoga e preghiera cristiana – Percorsi di liberazione interiore (Paoline 2009);

-Dalla fine all’inizio – Saggi apocalittici (Paoline 2011);

-Dodici parole per ricominciare – Saggi messianici (Ancora 2011);

-Il cuore a nudo – Guarire in dialogo con Dio (Paoline 2012);

-Buone Notizie – Spunti per una vita nuova (Messaggero S. Antonio 2013).

DIEGO FUSARO

Note biografiche

Diego Fusaro (Torino, 1983) è ricercatore all’Università Vita-Salute San Raffaele.
Ha studiato “Filosofia della Storia” e “Storia della Filosofia” presso l’Università di Torino con i Professori Pier Paolo Portinaro, Gianni Vattimo ed Enrico Pasini.
Nella stessa Università, ha conseguito la laurea triennale nel 2005 con una tesi dal titolo Filosofia e speranza. Ernst Bloch e Karl Löwith interpreti di Marx.
Nel 2007, sempre presso l’Università di Torino, ha conseguito la laurea specialistica in “Filosofia e storia delle idee” discutendo una tesi dal titolo Karl Marx e la schiavitù salariata.
Dal 2004 collabora con i Professori Giovanni Reale e Giuseppe Girgenti nell’opera di traduzione e di commento degli atomisti antichi per l’editore Bompiani. Dal 2006 è codirettore della collana filosofica “I Cento Talleri” della casa editrice “Il Prato”; dal 2007 è codirettore della rivista filosofica “Koiné” della casa editrice “Petite Plaisance” di Pistoia. Inoltre, dal 2008 è segretario delle due collane di filosofia Bompiani “Testi a fronte” e “Il pensiero Occidentale” dirette da Giovanni Reale. Sempre dal 2008 fa parte del comitato scientifico della rivista filosofica “Arché”. Dall’ottobre del 2008 ha collaborato come “cultore della materia”, presso l’Università San Raffaele, con le cattedre di “Ermeneutica filosofica”, “Storia della filosofia moderna e contemporanea” e “Storia delle idee” tenute dal Professor Andrea Tagliapietra.
Ha fondato e dirige uno dei principali siti internet italiani di Filosofia (“La Filosofia e i suoi Eroi”, http://www.filosofico.net/filos1.html), punto di riferimento per il dibattito filosofico on line. Ha svolto un dottorato in “filosofia della storia” presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano (in cogestione con l’“Istituto Italiano di Scienze Umane”) con una tesi sul pensiero di Reinhart Koselleck.
Dalla primavera del 2011 è ricercatore in Storia della Filosofia presso la facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Dall’autunno del 2012, è membro del collegio docenti del “Dottorato in Metafisica” dell’Università San Raffaele.

Pubblicazioni

Filosofia e speranza. Ernst Bloch e Karl Löwith interpreti di Marx, Il Prato, Padova 2005.

– La farmacia di Epicuro. La filosofia come terapia dell’anima, presentazione di Giovanni Reale, Il Prato, Padova 2006.

– Marx e l’atomismo greco. alle radici del materialismo storico, prefazione di Gianni Vattimo, Il Prato, Padova 2007.

– Karl Marx e la schiavitù salariata. uno studio sul lato cattivo della storia, prefazione di André Tosel, Il Prato, Padova 2007.

– Bentornato Marx! Rinascita di un pensiero rivoluzionario. Bompiani, Milano 2009; ristampato nel 2010 nei tascabili Bompiani e nel 2012 da Gruner + Jahr/Mondadori nella collana “Focus libri”.

– Essere senza tempo. Accelerazione della storia e della vita, prefazione di Andrea Tagliapietra, Bompiani, Milano 2010.

– Minima Mercatalia. Filosofia e capitalismo, Bompiani, Milano 2012.

– L’orizzonte in movimento. Modernità e futuro in Reinhart Koselleck, Il Mulino, Bologna 2012.

– Coraggio. Cortina, Milano 2012.

– Idealismo e prassi. Fichte, Marx e Gentile, Il Melangolo, Genova 2013.

– Il Futuro è nostro. Filosofia dell’azione, Bompiani, Milano 2014.

– Fichte e l’anarchia del commercio. Genesi e sviluppo di «Stato commerciale chiuso», Il Melangolo, Genova 2014.

– Antonio Gramsci. Feltrinelli, Milano 2015.

ROBERTO MANCINI

Note biografiche

Roberto Mancini, nato a Macerata il 28 dicembre 1958, si è laureato in Filosofia nel 1981 all’Università di Macerata con 110 e lode.
Si è poi specializzato in Filosofia nel 1983 all’Università di Urbino; ha conseguito il dottorato di ricerca nel 1986 presso l’Università di Perugia svolgendo le sue ricerche, nello stesso periodo (1983-1986), anche presso la Goethe-Universität di Frankfurt am Main sotto la guida del prof. Karl-Otto Apel.
E’ professore ordinario di Filosofia Teoretica presso l’Università di Macerata. Insegna inoltre Economia Umana presso l’Accademia di Architettura dell’Università della Svizzera Italiana a Mendrisio.
All’Università di Macerata ha ricoperto gli incarichi di presidente del Corso di Laurea in Filosofia, dal 2004 al 2010, e di Vice Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia, dal 2006 al 2012.
E’ membro del Direttivo dell’Università per la Pace delle Marche. Collabora stabilmente con le riviste “Servitium”, “Ermeneutica Letteraria” e “Altreconomia”.
Dirige la collana “Orizzonte Filosofico” e la collana “Tessiture di laicità” presso la Cittadella editrice di Assisi. Dal settembre 2008, per un anno, ha tenuto sul quotidiano “Avvenire” la rubrica settimanale “Sentire la speranza”. E’ stato membro del Comitato scientifico della Scuola di Pace della Provincia di Lucca e del Comitato Scientifico della Scuola di Pace del Comune di Senigallia. Collabora da anni con il “Centro Volontari per il Mondo” di Ancona, con il Coordinamento Nazionale delle Comunità di Accoglienza (CNCA) e con la Comunità di Bose.
Nel novembre 2009 ha ricevuto il premio “Zamenhof – Voci della pace” dall’Associazione Italiana per l’Esperanto e dalla Regione Marche. Dal 2012 svolge i seminari di “Officina del pensiero critico” presso il Master EMBA dell’Università LUISS “Guido Carli” di Roma.

Pubblicazioni

Oltre a numerosi articoli di etica, antropologia filosofica, teoria della verità e filosofia della religione, ha pubblicato i seguenti volumi:

– L’uomo quotidiano, Genova, Marietti 1985

– Linguaggio e etica. La semiotica trascendentale di Karl-Otto Apel, Genova, Marietti 1988

– Comunicazione come ecumene, Brescia, Queriniana 1991

– L’ascolto come radice: teoria dialogica della verità, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane 1995 (IIa edizione 2009)

– Esistenza e gratuità. Antropologia della condivisione, Assisi, Cittadella 1996 (IIa edizione 2009)

– Il dono del senso, Assisi, Cittadella 1999

– Il silenzio, via verso la vita, Magnano, Edizioni Qiqajon – Comunità di Bose, 2002

– Senso e futuro della politica. Dalla globalizzazione a un mondo comune, Assisi, Cittadella, 2002

– L’uomo e la comunità, Magnano, Edizioni Qiqajon – Comunità di Bose, 2004

– Il senso del tempo e il suo mistero, Rimini, Pazzini 2005

– L’amore politico: sulla via della nonviolenza con Gandhi, Capitini e Levinas, Assisi, Cittadella 2005

– Esistere nascendo: la filosofia maieutica di Maria Zambrano, Troina, Edizioni Città Aperta 2007 (nuova edizione Assisi, Cittadella editrice, 2009).

– La buona reciprocità. Famiglia, educazione, scuola, Assisi, Cittadella editrice, 2008

– Desiderare il futuro. Fede cristiana e unità della speranza umana, Rimini, Pazzini, 2008.

– L’umanità promessa. Essere cristiani nell’età della globalizzazione, Magnano, Edizioni Qiqajon – Comunità di Bose, 2009.

– La laicità come metodo. Ragioni e modi per vivere insieme, Assisi, Cittadella editrice, 2009.

– L’interpretazione come servizio. Modelli di ermeneutica nel pensiero contemporaneo, Trapani, Edizioni Il Pozzo di Giacobbe, 2010.

– Idee eretiche. Per un’economia della cura, delle relazioni e del bene comune, Milano, Edizioni Altreconomia, 2010.

– Sperare con tutti, Magnano, Edizioni Qiqajon – Comunità di Bose, 2010.

– Per un’altra politica. Scegliere il bene comune, Assisi, Cittadella editrice, 2010.

– Il senso della fede. Una lettura del cristianesimo, Brescia, Queriniana, 2010.

– Visione e verità. Un viaggio nella fenomenologia attraverso le “Ideen I” di Edmund Husserl, Assisi, Cittadella editrice, 2011.

– La logica del dono. Meditazioni sulla società che credeva d’essere un mercato, Padova, Edizioni Messaggero, 2011.

– Per un cristianesimo fedele. La gestazione del mondo nuovo, Assisi, Cittadella editrice, 2011.

– Le logiche del male. Teoria critica della società e rinascita etica, Torino, Rosenberg & Sellier, 2012.

– Teologia o violenza, Città di castello, Edizioni L’Altrapagina, 2012.

– Dalla disperazione alla misericordia. Uscire insieme dalla crisi globale, Bologna, Edizioni Dehoniane, 2012.

– S come solidarietà, Assisi, Cittadella editrice, 2013.

– Trasformare l’economia. Fonti culturali, modelli alternativi, prospettive politiche, Milano, Franco Angeli editore, 2014.

– In collaborazione con altri ha pubblicato: Etiche della mondialità, Assisi, Cittadella editrice, 1997.

ALBERTO BAGNAI

Note biografiche

Bagnai è nato nel 1962 a Firenze. Diplomatosi presso il Liceo classico statale Dante Alighieri di Roma, ha studiato economia a Roma presso il Dipartimento di Economia Pubblica (attuale Dipartimento di Economia e Diritto) dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, dove ha avuto come insegnanti Federico Caffè, Mario Arcelli, Giancarlo Gandolfo e Francesco Carlucci. Si è laureato in economia e commercio nel 1989 con una tesi di econometria sulle “Procedure per la stima e verifica di ipotesi econometriche”, ha quindi discusso una tesi di dottorato di ricerca in Scienze economiche nel 1994 con una dissertazione sulla “Sostenibilità e percorsi dinamici del debito pubblico in Italia”. Nel 2005 diventa professore associato di politica economica presso la facoltà di economia dell’Università degli Studi “Gabriele d’Annunzio” di Chieti e Pescara. Dal 2012 è ricercatore associato al CREAM presso l’Università di Rouen in Francia e dal 2013 è membro del direttivo dell’International Network for Economic Research. Nello stesso anno ha costituito l’Associazione Italiana per lo Studio delle Asimmetrie Economiche, che attualmente presiede.

Bagnai attualmente dirige, in seno all’Associazione Italiana per lo Studio delle Asimmetrie Economiche, un progetto volto a valutare l’impatto dell’asimmetria delle regole europee sulla performance dell’economia italiana.

Le sue ricerche sono infatti concentrate sullo studio degli squilibri dei conti pubblici e di conti esteri nei paesi emergenti, nell’economia globale e nell’Eurozona, e più in generale sulle relazioni fra commercio internazionale e crescita. Ciò lo ha condotto a specializzarsi nell’analisi di scenari macroeconomici, attività che ha svolto anche nel quadro di progetti della Commissione Europea e di Progetti di Rilevante Interesse Nazionale (PRIN).

Alberto Bagnai è anche musicista, avendo conseguito il diploma accademico di primo livello in “Maestro al cembalo” nel 2008 presso il Conservatorio di Musica “Santa Cecilia” di Roma e nel 2010 quello di secondo livello in “Flauto dolce” presso il Conservatorio Luisa D’Annunzio di Pescara. Suona il clavicembalo in diverse ensemble e orchestre barocche (Collegium Pro Musica, Accademia Ottoboni, Musica Antiqua Latina) e attualmente fa parte delle associazioni culturali Musica Perduta e Cappella Lodovicea. Partecipa a rassegne musicali in Italia e all’estero, di cui fanno parte – tra le più recenti – il Festival Barocco di San Gimignano del 2009, 2010 e 2013; la rassegna “Segni barocchi” di Foligno del 2011, 2012 e 2014 e i concerti “Musique et mémoire” di Luxeuil-les-Bains (Francia) del 2013 e 2014.

Ha inciso con l’ensemble Musica Perduta le sonate per violoncello di Francesco Maria Zuccari (Brilliant Classics, 94306) e alcune cantate inedite di Georg Friedrich Händel (Brilliant Classics, 94426) e di Giovanni Battista Pergolesi (Brilliant Classics, 94763).

Pubblicazioni

Libri:
– Alberto Bagnai, L’Italia può farcela, Milano, Il Saggiatore, 2014, ISBN 8842820482.

– Alberto Bagnai, Il tramonto dell’euro, Reggio Emilia, Imprimatur, 2012, ISBN 9788897949282.

– Alberto Bagnai, La crescita della Cina – Scenari e implicazioni per altri poli dell’economia globale, Mongeau Ospina, Milano, Franco Angeli, 2010, ISBN 9788856817379.

– Alberto Bagnai, Modelli empirici di aggiustamento e crescita – Appunti per un corso di macroeconomia dello sviluppo, Roma, Aracne, 2005, ISBN 885480097X.

Altre pubblicazioni:
– Bagnai, A. Mongeau Ospina, C.A., Long- and short-run asymmetries and hysteresis in the Italian gasoline market, in Energy Policy, nº 78, 2015, pp. 41-50, DOI:10.1016/j.enpol.2014.12.017.

– Bagnai, A., Introduction to the symposium: The euro, manage it or leave it!, in Comparative Economic Studies, nº 55, 2013, pp. 381-386, DOI:10.1057/ces.2013.23.

– Bagnai, A., Sarra, A., Small business industrial clusters in China and Italy, in China Economic Review, vol. 23, 2012, pp. 591-592, DOI:10.1016/j.chieco.2012.05.003.

– Bagnai, A., Crisi finanziaria e governo dell’economia, in Costituzionalismo.it, 2011.

– Bagnai, A., Twin deficits in CEEC economies: evidence from panel unit root tests, in Economics Bulletin, nº 30, 2010, pp. 1071-1081.

– Bagnai, A., Structural breaks, cointegration, and the empirics of Thirlwall’s law, in Applied Economics, nº 42, 2010, pp. 1315-1329.

– Bagnai, A., The role of China in global external imbalances, in China Economic Review, nº 20, 2009, pp. 508-526.

– Bagnai, A., Carlucci, F., Schiattarella, R., Tancioni, M., Il modello FGB-STEP in prospettiva comparativa, in Economia&Lavoro, nº 1, 2007, pp. 193-196.

– Bagnai, A., Carlucci, F., Schiattarella, R., Tancioni, M., FGB-STEP: un modello di simulazione per l’analisi del mercato del lavoro, in Economia&Lavoro, nº 3, 2006, pp. 123-149.

– Bagnai, A., Structural breaks and the twin deficits hypothesis, in International Economics and Economic Policy, nº 3, 2006, pp. 137-155.

– Bagnai, A., Carlucci, F., An aggregate model for the European Union, in Economic Modelling, nº 20, 2003, pp. 623-649.

– Bagnai, A., Manzocchi, S., Current-account reversals in developing countries: a perspective on Asian crisis, in International Journal of Development Planning Literature, nº 14, 1999.

– Bagnai, A., Manzocchi, S., Current-account reversals in developing countries: the role of fundamentals, in Open Economies Review, nº 10, 1999, pp. 143-163.

– Bagnai, A., Manzocchi, S., Unit root tests of capital mobility in the less developed countries, in Weltwirtschaftliches Archiv, nº 132, 1996, pp. 544-557.

LUCIANO BARRA CARACCIOLO

Note biografiche

Diploma di maturità scientifica conseguito nel 1977 con 60/60.
Laurea in Giurisprudenza conseguita il 25 marzo 1982 con 110 /110 e lode, con tesi in Diritto processuale amministrativo, relatore il prof Mario Nigro.
Vincitore di borsa di studio assegnata dal CNR per studi di diritto amministrativo comparato negli Stati Uniti, con permanenza nel corso del 1984 presso la University of Illinois at urbana Champaign, ove ha condotto studi di diritto dell’ambiente comparato.
Servizio militare svolto nel 1982 1983 come ufficiale di complemento della Guardia di Finanza.

Titoli professionali
Abilitato alla professione di procuratore legale nel maggio 1984 a seguito di pratica forense svolta nel 1983.
Vincitore di concorso per ottavo livello presso il Ministero dei Trasporti nel 1985
Vincitore di concorso per uditore giudiziario indetto con DM 2 febbraio 1973 ed emesso ruoli della magistratura ordinaria dal maggio 1985.
Vincitore di concorso per referendario di tribunale amministrativo regionale, nel 1989, classificandosi al primo posto ed iniziamo il servizio presso il Tar del Piemonte dal primo gennaio 1990.

Incarichi ed esperienza istituzionali
–  Nel 1992-1993 e componente elettivo del Consiglio di Presidenza della Giustizia Amministrativa.
–  Consigliere giuridico del Ministro della Funzione pubblica nel 1994, ministro Urbani, e nel 1995, ministro Frattini
– Capo di gabinetto, nel primo governo Berlusconi, del Ministero per gli italiani nel mondo, 1994-1995
–  Visiting professor presso University of California Los Angeles UCLA per l’anno 1996, nel corso del quale conduce studi sulla funzione amministrativa negli Stati Uniti.
–  Componente della commissione per l’elaborazione di una legge di riordino delle autorità indipendenti nominata dal Ministro della Funzione pubblica nel 1997
–  Esperto presso il nucleo della semplificazione dell’attività amministrativa presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, in posizione di fuori ruolo, dalla fine del 1999 al marzo 2000
–  Vice segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal maggio 2001 al maggio 2005 nel secondo governo Berlusconi
–  Componente del Consiglio di Presidenza della Giustizia Amministrativa, eletto nella componente del Consiglio di Stato
–  Dal 2001 al 2007 è stato sostituto procuratore federale presso la Procura federale della FIGC

 

Pubblicazioni

–  Volume “funzione amministrativa e amministrazione neutrale nell’ordinamento USA – profili comparativi”  , come autore unico, Torino 1997.
–  Volume ” nuova giurisdizione del giudice amministrativo” con altri autori, Torino 1999.
–  Volume “il procedimento davanti alle autorità indipendenti”  con altri autori, Torino 1999.
–  Contributo ” evoluzione del potere di coordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri”  nel volume collettivo degli atti del seminario 2003    dell’associazione per gli Studi e le ricerche parlamentari.
–  Volume ” i controlli amministrativi esterni e le autorità indipendenti”  con altri autori, Milano 1997.
–   Volume ” significato, natura e funzioni delle autorità indipendenti” ,  con altri autori, Milano 1997.
–  Contributo al volume autorità amministrative indipendenti e sistema giuridico istituzionale”  , del prof Longobardi, Torino 2004.

ANDREA BARANES

Note biografiche

Nasce a Roma nel 1972.
Nel 1997 consegue la Laurea in Ingegneria Chimica, indirizzo progettazione, presso l’Università La Sapienza di Roma con voto 102 / 110 con una Tesi di Laurea sperimentale su trasporto e consumo dell’ossigeno nei filtri percolatori.
Dal 1998 è iscritto all’Ordine degli Ingegneri. Dal 2001 è iscritto all’albo dei promotori finanziari.

ESPERIENZE DI LAVORO
Maggio 2007 – Data odierna: direttore dell’Osservatorio Finanza, sito di informazione critica sul mondo bancario e finanziario
Gennaio 2005 – Data odierna: collaborazione presso la Fondazione Culturale Responsabilità Etica ONLUS – Gruppo Banca Etica, per attività di ricerca sui temi dell’economia e della finanza.
Ottobre 2003 – Data odierna: lavoro presso la Campagna per la riforma della Banca mondiale (CRBM) in qualità di responsabile per le campagne su banche private e finanza internazionale.
Ottobre 2002 – Ottobre 2003: coordinatore della Campagna “Questo Mondo Non E’ In Vendita”, promossa da venti organizzazioni ed associazioni in vista della V Conferenza Ministeriale dell’Organizzazione Mondiale del Commercio a Cancun. Gennaio 2003 – Aprile 2003: consulente per l’associazione Lunaria, per l’assistenza alle imprese sociali in merito al bando “Nuovi lavori per le periferie”, nell’ambito dei finanziamenti della L.266/97 (Legge Bersani). Attività di tutoring e accompagnamento dei partecipanti al bando per la compilazione delle domande di finanziamento.
Gennaio 2002 – Dicembre 2002: consulente per la società F.P.M. & Partners s.r.l. incaricata dal Comune di Roma dell’assistenza al bando “Nuovi lavori per le periferie”, nell’ambito dei finanziamenti della L.266/97 (Legge Bersani). Attività di tutoring e accompagnamento dei partecipanti al bando per la compilazione delle domande di finanziamento. Attività di tutoring dei formandi al ruolo di consulente presso COL e CILO di Roma.
Ottobre 2001 – Febbraio 2003: attività di consulenza alle imprese per la ricerca e l’ottenimento di contributi e finanziamenti nel campo della ricerca industriale e del risparmio energetico.
Novembre 1998 – Ottobre 2001: attività di consulenza alle imprese per la E.S.S. di Roma in materia di finanziamenti per il risparmio energetico (L 10/91).
Luglio 1998 – Giugno 1999: attività di consulenza e assistenza tecnico – amministrativa e per le imprese nello studio S.C.T. srl di Roma, per l’ottenimento di contributi e finanziamenti nel campo della ricerca e dell’innovazione tecnologica. (L 488/92 Ricerca, L 46/82, L 297/99).
ALTRE ESPERIENZE RILEVANTI
Membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione BankTrack. Membro del Consiglio Nazionale dell’Associazione Attac Italia. Membro del Comitato Etico di Etica S.g.r.
Socio Fondatore e Segretario Generale dell’Associazione Human Rights Culture, per la promozione dei diritti umani mediante l’arte e l’organizzazione di mostre. Partecipazione ai lavori di diversi coordinamenti e reti della società civile italiana e internazionale (Rete Italiana per il Disarmo, ReteLilliput, Sbilanciamoci!, Social Watch Italia, Eurodad, Tradewatch Italia, European Network on Finance and Development). Collaboratore delle riviste mensili di economia Valori e Altreconomia.

Pubblicazioni

– Il buco nero dello sviluppo – paradisi fiscali e fuga di capitali: l’ennesmio furto al Sud del mondo – Eurodad
– La finanza contromano – Come i paradisi fiscali e i processi finanziari ostacolano lo sviluppo umano e la lotta contro la povertà
– Finanza e Diritti Umani – Ruolo e responsabilità delle banche e della altre imprese finanziarie nel rispetto e nella tutela dei diritti umani
– Perché il mondo ha bisogno di tasse globali
– Responsabilità e Finanza – guida alle iniziative in campo socio-ambientale per gli istituti di credito e le imprese finanziarie
– La riforma del sistema previdenziale – cause e conseguenze dell’introduzione dei fondi pensione
– Quaderni “il Wto ed il commercio internazionale” e “Banca Mondiale e Fondo Monetario Internazionale” per Attac Italia
– Il mondo è di tutti – I beni pubblici globali e il loro finanziamento  – Ed. EMI
– Co-autore della pubblicazione “profitti sicuri, sviluppo a rischio – le responsabilità della SACE nell’internazionalizzazione del sistema Italia”
– Co-autore della pubblicazione curata dal Network Europeo Seattle to Brussels “From Cancún to Hong Kong: Challenging corporate led trade liberalisation”.

ROBERTO SCARPINATO

Note biografiche

Inizia la carriera in magistratura nel 1980. Dopo avere prestato servizio presso la Procura della repubblica di Palermo nel 1991 entra a far parte del pool antimafia collaborando con Giovanni Falcone e con Paolo Borsellino. Si occupa – tra le altre cose – della requisitoria al processo sull’assassinio politico-mafioso di Piersanti Mattarella, Presidente della Regione siciliana, di Pio La Torre, segretario regionale del PCI, di Michele Reina, segretario provinciale della Democrazia Cristiana e di Carlo Alberto Dalla Chiesa, prefetto di Palermo.[1] Dopo la strage di via D’Amelio, il 19 luglio 1992, è il promotore della rivolta di otto sostituti procuratori contro il procuratore capo Piero Giammanco, al quale viene addebitata la responsabilità di avere progressivamente isolato Giovanni Falcone, inducendolo ad andare via dalla Procura di Palermo.[2] Quella clamorosa presa di posizione innesca un conflitto interno alla Procura di Palermo che costringe il Consiglio Superiore della Magistratura ad intervenire ed induce il procuratore Giammanco a chiedere il trasferimento.[3]
Alla Procura della Repubblica di Palermo inizia così una svolta: Giancarlo Caselli è il nuovo Procuratore; viene arrestato Salvatore Riina e vengono avviate le indagini per alcuni dei più importanti processi sui rapporti tra mafia e potere, che porteranno sul banco degli accusati molti intoccabili, tra i quali il senatore Giulio Andreotti (la cui responsabilità fu accertata per i fatti antecedenti al 1980) e Bruno Contrada, numero tre dei servizi segreti civili, il quale sarà condannato a dieci anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa. La nuova stagione dell’antimafia decolla definitivamente portando all’arresto dei più importanti capi della mafia militare, a centinaia di condanne all’ergastolo e contemporaneamente alla prosecuzione di indagini e processi sul versante strategico delle collusioni con i colletti bianchi.
Il nome di Scarpinato torna alla ribalta per l’indagine sui cosiddetti “Sistemi criminali”, che investe i moventi ed i retroscena politici delle stragi del 1992 e del 1993. Divenuto Procuratore aggiunto, conduce pressanti indagini sui rapporti tra la mafia e la massoneria deviata, sulla cosiddetta “trattativa” tra lo Stato e Cosa Nostra nel periodo delle stragi, e sui rapporti tra mafia ed economia.
Nel 2005 assume la direzione del Dipartimento mafia-economia all’interno del quale crea un gruppo di magistrati e investigatori specializzati, che smantella colossali patrimoni illegali, giungendo a sequestrare dal 2008 al 2010 beni in Italia ed all’estero per un valore di circa tre miliardi e cinquecento milioni di euro.[4] Il Dipartimento comprende anche il settore delle misure di prevenzione antimafia che nel 2010 ottiene la certificazione di qualità ISO 9001. Nel giugno 2010 viene nominato Procuratore Generale presso la Corte di Appello di Caltanissetta. Il 7 febbraio 2013 è nominato[5], dal plenum del Consiglio Superiore della Magistratura, con le sole astensioni dei due membri laici del PDL e del membro laico della Lega Nord, nuovo Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Palermo.[6] È autore di numerose pubblicazioni in Italia e all’estero e collabora anche con la rivista MicroMega.

Pubblicazioni

– Mafia e Politica, in Anatomia di un regime, Palermo 1992;
– Caratteristiche e dinamiche degli omicidi ordinati ed eseguiti da Cosa Nostra, in Segno 1996;
– La mafia dei mandanti, in MicroMega, 1996;
– L’anomalia italiana, in MicroMega 1996;
– Cosa Nostra e il male oscuro della dispersione del sé, in La mafia dentro. Psicologia e psicopatologia di un fondamentalismo, ed. FrancoAngeli, 1997;
– Il Dio dei mafiosi, in MicroMega, 1998;
– Ietzt geshorst du nicht mehr diesel Welt, in Reportagen uber die Mafia, (a cura di C. Butta), edizione Hirzel Verlag, Stuttgart – Leipzi] 1999;
– La normalità italiana, storia di ordinarie violenze, in MicroMega, 2002;
– Cosa Nostra, Storia ed avvenire della mafia, in MicroMega, 2004;
– La storia dell’Italia mafiosa e dell’Italia civile, in MicroMega, 2004;
– Oltre la Polis mafiosa, in La Polis mafiosa, edizione FrancoAngeli, 2005;
– Il pensiero autoritario, in La violenza tollerata, (a cura di A. Dino), Mimesis Edizioni, Milano;
– Legalità, questione morale, cultura della giustizia: il ruolo del cattolicesismo italiano, in Adista n. 26, aprile 2006;
– Relativismi laici e relativismi cattolici, in MicroMega, 2006;
– I Sistemi criminali, in Sistemi criminali e metodo mafioso (a cura di A. Dino), ed FrancoAngeli, 2008;
– Borghesia mafiosa, in Nuovo Dizionario di Mafia e Antimafia, ed. EGA Torino, 2008;
– Le indagini patrimoniali in Le misure di prevenzione patrimoniali dopo il pacchetto di sicurezza, ed. Nel diritto, Roma 2008;
– Criminalità e potere, in Identità Italiana tra Europa e Società Multiculturale, 2009, Edizione a cura della Scuola Superiore Santa Chiara dell’Università di Siena e della Fondazione Intercultura;
– La criminalità sistemica come metodo di governo, in Cosmopolis, ed. Morlacchi Editore, Perugia, 2009;
– Crimini dei colletti bianchi ed attacco alla democrazia, in Criminalità dei potenti e metodo mafioso (a cura di A. Dino), Mimesis Edizioni, Milano 2009;
– Crimes de colarinho branco e assalto à democrazia, in Novas tendencias da criminalidade transnazional (a cura di A. Dino e W. Fanganiello Maierovitch), ed. Brasileira Editora Unesp, Sao Paulo 2010;
Don Rodrigo e la Costituzione, in MicroMega, 2010.
– Il ritorno del principe, di Roberto Scarpinato e Lodato Saverio, ed. Ciarelettere, 2008

ALTRI AUTORI

J.P. FITOUSSI

FRANCESCO GESUALDI

GIUSEPPE GUARINO

LUCIANO GALLINO

HA-JOON CHANG

MIKIS THEODORAKIS

KLIVE HAMILTON

BENIGNI

SAVIANO

“DEFICIT PROJECT”